BLAC – Bato Live Art Connection

durata: 27 e 28 maggio 2013
orario: 21.30
biglietti: euro 13,00 + (2 euro tessera associativa Teatro Trastevere)
dove: Teatro Trastevere, Via Jacopa de’ Settesoli – 00153 Roma
genere: pittura dal vivo + musica dal vivo + storytelling
progetto: Alessandra Lenzi
pittura estemporanea: Bato
progetto: Alessandra Lenzi
musicisti: Gian Piero Lo Piccolo, Moreno Viglione, Miraldo Vidal, Fabrizio Montemarano
testo: Danilo Pette
narratore: Marco Luppi
luci: Moreno Pette
info: bato.ufficiostampa@gmail.com/ Facebook/ 06 5814004 (dalle 19.00)/ cell 3291595772 (qualsiasi ora)/ E-mail: info@teatrotrastevere.it

B L A C – Bato Live Art Connection riunisce in un unico evento immagini, musica e parole.
È previsto un concerto di musica jazz manouche con il gruppo Gipsy Djazz 4tet composto da Moreno Viglione (solo gtr), Gian Piero Lo Piccolo (clarinet), Miraldo Vidal (rtm gtr) e Fabrizio Montemarano (dub bass), un reading dell’attore Marco Luppi del racconto di Danilo Pette ed una performance di pittura live dell’artista Bato.
Un meraviglioso tuffo nel passato che trasporterà gli spettatori negli anni d’oro del jazz, anche grazie al prezioso contributo della Sartoria Bucci di Artena, che ha ideato e realizzato il costume di scena di Bato. 
La scenografia sarà caratterizzata dalla video proiezione su diversi piani dello spazio scenico dei ritratti realizzati in tempo reale da Bato. È quindi una scenografia in divenire, che contribuisce nell’insieme all’armonia dello spettacolo, basato sull’improvvisazione creativa di tutte le forme artistiche coinvolte. A fare da cornice allo spettacolo una selezione delle opere di Bato, che tratteggia nelle sue tele alcuni dei grandi interpreti del jazz nel panorama nazionale.


COME NASCE B L A C
B L A C – Bato Live Art Connection fa parte di un progetto più ampio, BATO & Smoker’S Hot Club, che nasce dall’incontro tra il pittore romano Bato e numerose formazioni di musica jazz in un hot club nel quartiere romano di San Lorenzo, lo Smoker’S Hot Club, appunto. In questo locale Bato trascorre molte serate, dove, in cambio di qualche birra offerta dal gestore (Miraldo Vidal), inizia ad imbrattare fogli ocra con una particolare mistura di caffè e china, ritraendo i musicisti durante i loro live set e le numerose jam session. Questo accadeva nel lontano 2006.
Più tardi, il locale chiuderà. 
Qualche anno dopo, dal desiderio di raccontare e reinterpretare le magiche atmosfere vissute nel leggendario hot club, nasce il progetto BATO & Smoker’S Hot Club nel quale, con il tempo, sono stati coinvolti numerosi artisti. 
Fin da subito l’idea era quella di organizzare un grande evento che sfruttasse la sinergia di vari artisti provenienti da ambiti disciplinari diversi, ma accomunati dagli stessi intenti e sensibilità e dalla capacità di esprimersi attraverso l’arte quale linguaggio universale, nasce così B L A C – Bato Live Art Connection.


LA RACCOLTA FONDI
Il 25 marzo è partita una campagna promozionale di raccolta fondi online su Musicraiser, una nota piattaforma di crowdfunding, per coprire i costi relativi alla realizzazione dello spettacolo, che si cncluderà il 20 maggio 2013. La missione è quindi quella di realizzare B L A C anche grazie al contributo di quanti decideranno di sostenere l’iniziativa con un piccolo contributo economico in cambio di esclusive ricompense.

Alessandra Lenzi

 

  • 922116_534024493311148_1864176041_o
  • OLYMPUS DIGITAL CAMERA
  • Image00024
  • Image00023
  • 534365_388835671163365_630701823_n
  • 485266_369945446385721_686183483_n